Regolamento

Regolamento d'esercizio e fruizione della rete radio/voip Free "Italiano" di F.R.I.

 

Art 0 MISSION DI F.R.I.:


Premessa: La connessione radio pc voip su bande libere è ammessa in Italia solo in lpd 433/434 mhz e srd 968/969 mhz, (Gazzetta Ufficiale 280 del 30 nov 2010 del Ministero Svil. Econ decreto 4 nov 2010 art.5 punto 7, nota 100A  www.gazzettaufficiale.biz/atti/2010/20100280/10A13982.htm  ) mentre sulle bande pmr e cb non è prevista nell'attuale normativa.

Valutazione normativa complessiva: l'attuale normativa italiana per bande cb e pmr come sopra descritto, non prevede l'interfacciamento di PC e internet, ma non abbiamo trovato un solo rigo normativo che lo vieti esplicitamente, se non l'interpretazione di qualche funzionario ministeriale!. Per alcuni, non normato significa vietato.. la nostra opinione invece è opposta e ci vede prendere alla lettera le parole "non normato" che ha tutt'altro significato rispetto al vietato. la lingua italiana è molto precisa e anche se due termini sembrano simili in realtà esprimono delle differenze.

Malgrado qualcuno ci definisca pirati, il pirata viene definito tale a fronte di tre caratteristiche.. ovvero si ammanta nell'anonimato.. e su FRI siamo tutti registrati per nome cognome e codice fiscale.. poi il pirata usa frequenze al di fuori dalle bande ammesse per le comunicazioni libere tra persone che però sono assegnate ad altri servizi.. e ovviamente, noi usiamo solo bande ammesse a questo scopo.. terzo ed ultimo, il pirata è completamente al di fuori del controllo dello Stato.. mentre i sistemi voip avvalendosi di internet permettono un controllo molto efficacie da parte dello Stato Italiano.

Obiettivo: essendo che in Europa in virtù di una direttiva ancora dei primi anni 2000, tutte le bande libere sono state liberalizzate totalmente, anche dalle 12 euro che quà paghiamo ancor oggi..  Gradiremo che anche in Italia come nel resto dei paesi comunitari, venisse normato favorevolmente il voip radio su tutte le bande libere ovvero pmr e cb visto che lpd e srd sono già adeguatamente normate. Pertanto da anni con la presenza dei nostri sistemi radio su tutte le bande libere, normate o non, cerchiamo di sensibilizzare le istituzioni con un opera quotidiana di denuncia di carenza normativa nazionale.

Conclusioni: Chi si iscrive a FRI sostiene implicitamente questo tipo di idea e le modalità messe in atto dal gruppo ai fini di perseguire fermamente l'obiettivo. Chi non lo condivide è pregato di non iscriversi al nostro gruppo radio o se iscritto per errore ha il dovere morale di provvedere immediatamente alla disiscrizzione nell'apposito spazio di questo sito.

Art 1 COMPORTAMENTO:

gli utenti del sistema sono tenuti a osservare un comportamento sobrio, educato, e disponibile verso gli altri.

Non sono quindi ammessi ne tollerati in alcun modo, comportamenti offensivi verso qualunque utente, o frasi dal contenuto volgare di qualunque genere. Tali comportamenti verranno sanzionati dagli Amministratori della Rete Italiano e delle altre nostre reti, in caso di reiterazione dello scorretto comportamento, l'utente verrà escluso definitivamente da tutti i server e servizi  FRI.

Si fa presente che la Multiconferenza è un servizio erogato da privati, i quali possono in qualunque momento e senza dover fornire ulteriori spiegazioni, revocare il gradimento alla presenza di un iscritto sulle ns reti e servizi. 

Art. 2 ACCESSO:

per accedere alla rete in modalità pc only, l'utente dovrà essere provvisto di NOMINATIVO tracciabile ed appartenente ad uno dei seguenti gruppi:

Gruppo Rogerk Italia (1RGKxxx), Gruppo Radio Piemonte (1RPxxx),  nonché i call rilasciati da questa Amministrazione (1FRIxxxx) che può essere richiesto gratuitamente a questo indirizzo http://www.freeradioitalia.it/index.php/iscrizione .

Per chi intende accedere come gateway radio potrà farlo solo con il nominativo FRI e successivamente gli verrà erogato call India Tango Gateway, l'utilizzo di tale call sottintende, da parte del gestore del gateway l'essere a norma con il versamento delle 12 euro al MinCom per l'utilizzo di apparati monobanda c.b., pmr o bibanda pmr/lpd;

Sono esclusi da questo obbligo i gestori di gateway in srd.

Nessun adempimento è richiesto verso FreeRadioItalia, a chi accede unicamente via radio da un gateway gestito da altra persona, ma è ovviamente necessario sempre il pagamento delle 12 euro al Ministero per poter fruire delle bande PMR e CB; nessuno è escluso da questo adempimento tra coloro che fanno solo traffico radio sui nostri sistemi, sia che siano O.M. che Freebandisti.

 

L'inadempienza a queste regole porterà al blocco in trasmissione ad oltranza fino alla messa a norma dei dati di accesso, in taluni casi di recidività e reiterazione di tale irregolarità, essa potrà comportare all'esclusione dal server, anche in questo caso fino alla messa a norma di regolamento.

 

Art. 3 MODERATORI E AMMINISTRATORI:

La rete e' sempre presidiata dai moderatori e amministratori e da un sistema di registrazione audio sempre attivo. Gli amministratori hanno la facoltà di bloccare temporaneamente le fonti di disturbo alla rete quando sono involontarie e tale blocco non e' da considerarsi una sanzione ma è solo una gestione del problema.

Si fa espressamente divieto di comunicare o commentare in fonia i bann/mute applicati dai moderatori ai fini di gestire un disturbo o disturbatore, pena il blocco in trasmissione per 12 ore

Qualora i disturbi fossero volontari vale quanto esposto nell'Art.1.

 

Art. 4 APPARATI E FREQUENZE FUORI NORMA:

L'Amministrazione caldeggia e consiglia l'uso di soli apparati omologati e non modificati, sono accettate connessioni con apparati in banda C.B. se provvisti di toni cctss, P.M.R., L.P.D. e S.R.D. Sempre protette dal tono cctss n°8 ovvero 88,5 hz che è lo standard nazionale dei nostri gateway.

Essendo che questa Amministrazione non può verificare direttamente che i gestori si attengano a quanto indicato in questo articolo, ogni gestore è responsabile legalmente della propria installazione senza nessuna deroga.

 

ART. 5 STANZE FRUIBILI:

Le stanze fruibili da pc only sono:

Italiano, Salotto, Amici del 30, Free Radio Service, Canale C.B. e Test in ricezione e trasmissione, Ham radio e Ham Radio Network solo in RX per i non Radioamatori, mentre gli accessi gateway freebands devono operare tassativamente sulla stanza Italiano, Canale C.B. o nella stanza Test, i gateway non autorizzati che verranno trovati ad operare su altre stanze verranno immediatamente da queste esclusi.

 

ART. 6  Nominativo:

il nominativo FRI puo essere fruito liberamente per le comunicazioni via radio in cb, lpd, pmr, srd e sulla rete FRN su tutti i server stranieri e sul nostro server Italiano.

 

Art. 6/a  Rinnovo Nominativo annuale: 

Il nominativo FRI, si rinnova automaticamente di anno in anno, per chi volesse revocare l'iscrizione FRI, può farlo nell'apposita sezione del nostro sito "Disiscrizione FRI" nel qual caso si verrà cancellati dal database iscritti attivi, dalle mailing list e il nominativo verrà riassegnato ad altro iscritto, mentre i dati personali verranno conservati per 5 anni su un database criptato, a disposizione della magistratura per gli adempimenti di legge eventuali e postumi.

Tale database criptato non è nelle disponibilità di consultazione dei singoli amministratori e i dati in esso contenuti non verranno usati per nessuna ragione se non per fini di adempimento legislativo.

 

ART. 7  Sanzioni:

A fronte di violazione degli articoli summenzionati, e a seconda della gravità del caso, gli amministratori possono provvedere a sanzionare l'iscritto con il blocco in trasmissione per tempo definito ( 12, 24, 36, 48 ore) o con 'esclusione dal server a tempo definito ( 12, 24, 36, 48 ) e nei casi più gravi allontanando e escludendo definitivamente l'iscritto.

N.B.: alla terza violazione/sanzione di qualunque entità essa sia, nell'arco di 12 mesi consecutivi, si provvederà di ufficio a radiare l'iscritto dal gruppo, dalla rete e dai Servers a noi interconnessi.

 

I NOSTRI SOSTENITORI

IRPINIA NETCOM